Cane senza guinzaglio: padrone risponde dei danni

Il proprietario che lascia il proprio cane senza guinzaglio e museruola è responsabile dei danni causati dall’animale. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con la recente ordinanza n° 21772/2019 nel caso gravissimo di una zuffa tra cani che ha causato la morte dell’altro proprietario per un colpo da caduta alla testa nel tentativo di proteggere il proprio cucciolo.
Nella decisione della suprema Corte trova spazio quanto previsto dall’art. 2052 del codice civile secondo cui “il proprietario di un animale o chi se ne serve per il tempo in cui lo ha in uso, è responsabile dei danni cagionati dall’animale, sia che fosse sotto la sua custodia, sia che fosse smarrito o fuggito, salvo che provi il caso fortuito”.
Di conseguenza la responsabilità porta con sé la condanna al risarcimento sulla base dell’art. 2043 del codice civile per cui “qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno

37 commenti su “Cane senza guinzaglio: padrone risponde dei danni

  1. Infatti ci sono molti proprietari di cani anche di una certa aggressività che spesso è volentieri o sono senza museruola o li portano a passeggiare con una certa superficialità a guinzaglio lungo invece di tenerli alla gamba

  2. Se il cane sciolto si avvicina ad un cane al guinzaglio e riceve dei morsi, il proprietario del cane al guinzaglio è tenuto a risarcire i danni?

    1. No è il contrario. Se il proprietario lascia il cane libero senza guinzaglio e questo cane si avvicina e attacca un altro cane al guinzaglio deve risarcire i danni! In pratica per legge qualsiasi cane di qualsiasi razza o taglia deve essere sempre tenuto al guinzaglio. I cani possono essere liberati solo nelle aree cani giustamente.

    2. No , e’ un caso accaduto realmente e il padrone col cane al guinzaglio che lo tiene sotto controllo non ha colpa se un cane senza guinzaglio lo avvicina. Nel caso di specie il padrone di un molosso al guinzaglio aveva avvertito il padrone del cane di piccola taglia senza guinzaglio di tenerlo lontano e mettergli il guinzaglio. Il padrone non ha adempiuto, il cane si e’ avventato sul molosso il quale pur al guinzaglio lo ha azzannato e ucciso. Il padrone non ha subito condanne o obblighi al risarcimento. I cani devono essere al guinzaglio sempre e si deve smettere di dire “ma il mio cane e’ buono”. I cani sono animali e percio’ imprevedibili e poi…la legge e’ uguale per tutti!

  3. Volevo solo dire quante volte mi capita di essere aggredito da cani senza guinzaglio per fortuna non ci sono stati danni nella mia persona e nel mio piccolo cagnolino con gunzaglio,io avviso i propretrari che non possono lasciare il proprio cane senza guinzaglio ma mi dicono di fare i cavoli miei io spero che un giorno non mi capiti mai niente.

    1. A me è successo che tre Terranova liberi si sono scagliati contro la mia cagnolina al guinzaglio ed uno di loro mi è venuto addosso facendomi cadere e procurandomi una lesione al ginocchio. La proprietaria invece di soccorrermi mi ha rimproverata perché se avessi tenuto il cane libero non sarebbe successo. In più non è assicurata e non si fa sentire

  4. Non trovo giusto che io debba pagare i danni di cani trovati che siano sfuggiti o smarriti se dovessi pagare i danni arrecati dal mio cane allora ci sto altri è in modo per fare cassa

  5. Ma anche nel caso che il cane si trovi in una zona di campagna all’aperto nei campi? Come si può tenere sempre legato il cane. Dovrebbero mettere ogni comune degli sgambatoi apposti per cani da poterli lasciarli liberi, ma così non è.

    1. Sono d’accordo alle aree apposite, ma se il proprio cane ha un istinto mordace, non andrebbe mai lasciato libero. Anche nella aree apposite sarebbe pericoloso per cani e padroni.

    2. Non facciamo confusione, qui parliamo di diritto al risarcimento in caso di danno. Il danno causato dal cane è risarcibile sia che si trovi con il guinzaglio sia senza, in area urbana od in mezzo ad un bosco ed anche all’interno di un’area cani dove è previsto che possano essere lasciati liberi a correre. I boschi, i campi, le aree cani non sono zone franche dove non si applica il c.c. Il padrone del cane è sempre responsabile: se io lascio un rottweiler libero in un’area cani dove ci sono tre chihuahua e succede qualcosa non posso dire “ero in un’area cani quindi potevo lasciarlo libero”.

  6. Questo deve valere anche per chi ha cani piccoli, macaratteriali.
    Mentre ora il cane che morde, indipendentemente se sia al guinzaglio ha sempre torto.
    Quindi uesta è una falsità

    1. Certo che ne risponde. SI parla di diritto al risarcimento del danno indipendentemente dal guinzaglio. Se io ho un cane e non sono capace di gestirlo in modo sicuro per lui, per me e per gli altri sarebbe stato meglio se avessi preso un gatto.

  7. Era ora che arrivasse un segnale di buon senso. Adesso il patentino per chi possiede un cane sarebbe ben accetto. Bastano i fondamentali, non una laurea. Obbligatorio.

  8. Cosa occorre fare per essere risarciti?
    È sufficiente essersi presentati al pronto soccorso o bisogna esporre denuncia?
    Grazie

    1. Chiaramente bisogna dimostrare il danno ed il responsabile. Testimoni ed il referto di un pronto soccorso, oltre magari al verbale di un’autorità chiamata ed intervenuta, sono necessari. Certo, se il padrone del cane avesse un’assicurazione sarebbe più lineare, anche se una querela art. 672 e/o 590 c.p. potrebbe “invogliare” ad opporre meno resistenza ad una richiesta di risarcimento. Sperimentato di persona.

  9. Sto vivendo un’esperienza del genere: 3 mesi fa il mio cagnolino, meticcio di 8 kg., ,regolarmente al guinzaglio, sulla via principale, con mio marito, mentre in tutta tranquillità annusava la strada, viene attaccato alle spalle (mio marito neppure ha il tempo di accorgersene) da un pastore tedesco libero, ma con collare, senza guinzaglio nè museruola…..nè padrone, che punta dritto all’addome….Risultato: quando il “pastore” decide di mollarlo….il cane é ancora vivo, ma……in condizioni disperate (una per tutte: sull’addome, fuoriuscivano le “interiora”).
    I medici a cui mi rivolgo (un PS veterinario ) mi preparano al peggio e per ca. 10 gg. rimaniamo nel limbo: alla fine, ce la fa, ma ancora adesso stiamo intervenendo quotidianamente sulle conseguenze, piuttosto pesanti……anche dal punto di vista economico
    Mi reco dai Carabinieri per denunciare l’accaduto, ma vengo dissuasa dal farlo ed invitata a riflettere sulle conseguenze che io potrei averne perchè, pur avendo loro stessi ben individuato il cane ed il proprietario, spetterebbe a me (o a testimoni, che, pur se presenti, nn sono disposti a testimoniare) l’onere di dimostrare che il cane aggressore è proprio il cane di quel proprietario…..diversamente
    rischierei di vedermi controdenunciata….
    Il proprietario, che si fa avanti dopo almeno 10 gg. solo xche’ nn può più nascondersi, ovviamente nn vuole saperne di nulla….tantomeno del risarcimento danni che è enorme …e io, che nn ho i beni al sole (ho chiesto un finanziamento per curare il mio cane) , vista la situazione, ho dovuto fare una scelta: se voglio salvare il cane, nn posso permettermi un’azione legale.
    E ancora una volta i disonesti hanno la meglio…

  10. Se il mio cane è al guinzaglio e gli si avvicina un cane libero, il mio per paura e per difendersi cagiona un danno al cane libero, chi sarebbe dalla parte del torto?
    Bisogna per forza intentare una causa presso il Tribunale di competenza?

  11. 5/6 anni fa è accaduto che dentro un’area cani il mio cagnolino (15 kg) venisse preso alla collottola da un dogo argentino e sbatacchiato come fosse un pupazzetto. fortunatamente il proprietario mi pagò le spese mediche (sapevo dove abitava, e avevo 5 testimoni)

  12. Esiste un assicurazione per tutto questo io l’ho fatta circa un anno fa per tranquillità anche se il mio cane è sempre al guinzaglio

  13. E in caso di incidente stradale? Troppo spesso cani liberi vengono aime investiti ma fanno spesso anche danni ai veicoli.

  14. Assolutamente d’accordo! Già tre volte mi è capitato che il mio cane venisse morso da cani di grossa taglia lasciati liberi in parchi pubblici.” Ma il mio cane é buono” non è una giustificazione…chi ci rimette è sempre chi rispetta le regole

  15. Non mi sembra che il guinzaglio o no possa essere determinante per la responsabilità.Molte vollte la presenza del guinzaglio è una causa di pericolo.

  16. Non è vero. Neanche con assicurazione. Risponde dei danni solo se viene fatta causa in tribunale. L’assicurazione (poste italiane nel mio caso), non risponde neanche all’avvocato e se ne frega e fa finta di nulla. Cosí che la maggioranza delle volte, anche con verbale dei vigili urbani in cui danno ragione al 100%, l’hai comunque in quel posto dove non batte il sole!!

  17. Buonasera, due giorni fa ero a passeggio col mio cane regolarmente al guinzaglio in un parco comunale e ad un certo punto due cani sciolti si avvicinano correndo verso il mio cane che reagisce tentando di morderli, in un primo momento son riuscito a tirarlo verso di me, i due cani si sono allontanati ma subito dopo si sono riavvicinati e il mio cane a morsicato un orecchio di uno dei due . Dispiaciuto del fatto ho portato padrona e il suo cane dal veterinario. Ora la mia domanda è: son tenuto a pagare i danni dato che la mia assicurazione non mi copre perché i due cani erano senza guinzaglio?

  18. Buongiorno, io abito in una zona di campagna e a casa mia è presente una colonia di gatti censita dal comune, sono randagi ma sono all’interno della mia proprietà.
    Grazie a questo periodo di restrizioni a causa del Sars-cov-2, mi ritrovo gente mai vista a passeggio con tanto di cani al seguito, alcuni rispettosi con guinzaglio e tutto quello che serve a evitare problemi, altri in barba a ogni regola con cani sciolti e senza museruola, con il risultato che stanno piano piano decimando la colonia.
    Solo nell’ultima settimana uno dei randagi ferito con chiare lesioni da morso di cane a una zampa e un altro con già una salute cagionevole di suo con i segni di un morso sempre di un cane sulla schiena.
    Vorrei che queste cose non succedessero dal momento che, anche se randagi sono comunque nella mia proprietà, oramai mi ci sono affezionato e di vederli in quelle condizioni mi fa rabbia.
    Mi piacerebbe sapere in che modo potrei far si che questi padroni maleducati imparino l’educazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *