EREDITÀ, FISCO, FIGLI

Ho da poco perso mio padre e devo decidere se accettare o meno l’eredità. Ho il sospetto che mio padre in passato abbia avuto dei problemi con il fisco e, visto che non ha lasciato nulla, ho intenzione di rinunciare. Come devo comportarmi visto che sono sposata e ho anche due figli minori?

È consigliabile rinunciare all’eredità (possibile anche senza assistenza legale, presentando domanda in Tribunale o presso un notaio) regolarizzando la posizione dei 2 minori. In molti pensano che per il solo fatto di essere genitori si è nella condizione di prendere ogni decisione per i propri figli. In realtà non è così. I genitori infatti possono compiere autonomamente, nell’interesse dei figli minori, solo atti di ordinaria amministrazione, mentre quelli di straordinaria amministrazione devono essere autorizzati dal Giudice Tutelare. Diversamente si rischia l’annullamento di detti atti di disposizione.
È bene precisare che non è possibile accettare l’eredità in nome e per conto di un minore senza beneficio dell’inventario. Pertanto, una volta formalizzata la sua rinuncia, dovrà presentare istanza al Giudice Tutelare competente per territorio al fine di ottenere un’autorizzazione a rinunciare in nome e per conto dei suoi figli.
Il Giudice tutelare decide dopo attenta valutazione avente ad oggetto l’interesse dei minori; qualora il non ritenesse che la rinuncia tuteli il minore non concederà l’autorizzazione. È prevista anche la possibilità che il Giudice tutelare, qualora ravvisi l’esistenza di un conflitto di interesse tra i genitori e i minori, potrà anche disporre la nomina di un curatore speciale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *